Newsletter

Iscriviti alla newsletter.
captcha

Area Riservata



PROROGATA AL 23/9 LA MOSTRA ''GIORGIO OPRANDI. LO SGUARDO DEL VIAGGIATORE''
Notizie - In evidenza

Prorogata fino a domenica 23 settembre all’Accademia Tadini di Lovere, l’esposizione che racconta i viaggi e le opere di Giorgio Oprandi pittore ed esploratore loverese di inizio Novecento.

Ci sarà tempo fino al 23 settembre per visitare a Lovere “Lo sguardo del viaggiatore”: la mostra dedicata a Giorgio Oprandi, considerato tra il capofila degli artisti che agli inizi del ‘900 hanno dipinto paesaggi e abitanti dei possedimenti italiani d’Oltremare. Visto il grosso successo di pubblico e critica infatti il progetto dell’Accademia Tadini dedicato alla vita e ai viaggi del pittore loverese non si fermerà come programmato il 9 settembre ma sarà prorogato fino a domenica 23 settembre prossimo.

 

“Il numero dei visitatori della mostra e soprattutto le numerose richieste pervenute dagli insegnanti perché la mostra anche dalle scuole potessero visitare la mostra - spiega Roberto Forcella, Presidente della Fondazione Accademia di Belle Arti Tadini ONLUS - ha fatto pensare alla possibilità di una proroga, che è stata possibile anche grazie alla disponibilità dei prestatori, ai quali va la nostra gratitudine.“

 

La mostra “Lo sguardo del viaggiatore” organizzata dall’Accademia Tadini e dal Comune di Lovere curata da Silvia Capponi e Marco Albertario in collaborazione con lo Studio d’Arte San Tomaso a Bergamo, con la Quadreria dell’800 di Milano e, è uno spaccato a 360 gradi delle opere di Oprandi, dai lavori giovanili tra Roma e Milano al ruolo di “pittore delle colonie”, dalla visita in Albania fino all’ultimo periodo dedicato ai paesaggi lacustri e vedute di Bergamo e del lago d’Iseo.

Nel dettaglio unisce al nucleo di opere risalenti agli anni ‘20 e ‘30 già conservate in Accademia dei prestiti importanti dall’Accademia Carrara, dal Seminario Vescovile Giovanni XXIII di Bergamo e dall’Ateneo di Scienze e Arti di Bergamo, integrati da significative presenze di prestiti privati per un totale di 70 opere.

 

“Siamo contenti che la pittura di Oprandi sia stata per il pubblico una piacevole riscoperta, perché conferma la qualità del pittore - continuano i curatori Silvia Capponi e Marco Albertario - Il nostro compito ora sarà quello di procedere con le ricerche per arrivare ad una sempre miglior comprensione del ruolo di Oprandi nelle vicende culturali italiane. Continueremo quindi a raccogliere la segnalazione di sue opere, per arrivare alla definizione di un catalogo il più possibile completo.”

 

Per gli appassionati e i più curiosi rimarrà all’Accademia Tadini di Lovere fino a domenica 23 settembre anche la vettura modificata, una Fiat 503 con cucina e camera, capace di trasformarsi in una barca per lavorare in maniera itinerante per città e colonie d’Africa, che ha accompagnato Giorgio Oprandi nei suoi viaggi africani.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA MOSTRA CLICCA QUI

 

 

Comune di Lovere (BG) - P.IVA 00341690162 - C.F. 81003470168 - Concept & Project by [email protected] - Design & Develop by AVX Group